Seconda patch per i problemi di prestazioni dell'SSD 840 EVO in corso preparata da Samsung

Samsung 840 Evo

Samsung sta preparando una seconda patch per il suo 840 EVO dopo che una prima regolazione non è riuscita a risolvere il problema. L'840 EVO ha ottenuto un enorme successo dopo il suo lancio grazie a un rapporto prezzo / prestazioni eccezionale e all'uso di blocchi NAND SLC per aumentare le prestazioni su tutta l'unità. Come il vecchio 840, l'840 EVO utilizza la NAND TLC (triple-level cell) per migliorare le densità di archiviazione e allo stesso tempo ridurre il prezzo.

Sfortunatamente, alla fine è diventato chiaro che l'840 EVO aveva un problema in agguato dietro le quinte. Con il passare del tempo, le prestazioni dell'unità sono diminuite drasticamente. Secondo la spiegazione originale di Samsung, c'era un bug nei meccanismi utilizzati per leggere i dati dalle celle NAND. Col passare del tempo e le caratteristiche di carica delle celle cambiarono, l'unità iniziò ad avere problemi a leggere le informazioni corrette fuori dalla cella. Questo cambiamento si verifica in tutta la NAND in una certa misura, ma le unità TLC sono più sensibili ad esso: si presentano in 8 livelli di carica separati per cella rispetto ai soli quattro per cella per la tradizionale NAND MLC.

TLCNAND



L'anno scorso, Samsung ha rilasciato un firmware aggiornato e presumibilmente risolto il problema una volta per tutte - tranne che ora, quattro mesi dopo, le segnalazioni di problemi stanno tornando. Il problema non sembra essere così avanzato, non ancora: i successi delle prestazioni stanno spingendo le unità nel territorio di 150 MB / s piuttosto che nei 15-30 MB / s che abbiamo visto lo scorso autunno - ma può darsi che il degrado sia progressivo e peggiori tempo. Quando i consumatori si sono resi conto del problema l'anno scorso, l'840 EVO era già sul mercato da diversi mesi.

È questo un problema fondamentale con TLC NAND?

Esistono diversi modi per valutare questi problemi in corso. È del tutto possibile che Samsung abbia risolto la maggior parte del problema nel primo aggiornamento, ma che ci siano ancora alcuni errori che devono essere corretti. D'altra parte, è possibile che le prestazioni di deriva dell'840 EVO siano un problema fondamentale con i suoi array NAND che Samsung non posso risolvere oltre il breve termine. In tal caso, la spinta dell'azienda a utilizzare TLC NAND sarebbe una pallottola. L'850 EVO riceverà una grande quantità di attenzione aggiuntiva grazie a questo problema: se gli stessi problemi si manifestano su questa unità, sarà presa come prova che TLC NAND semplicemente non è pronta per la prima serata, non importa quale .

HD-Tach-Old

I nuovi cali di prestazioni non sono così gravi come questo, ma sono già abbastanza gravi

Detto questo, c'è motivo di pensare che l'850 EVO non avrebbero gli stessi problemi. Uno dei vantaggi dell'utilizzo di un vecchio processo NAND è che le strutture cellulari erano più robuste all'inizio. È del tutto possibile che la NAND TLC costruita su 40 nm eviti i problemi che interessano le geometrie di processo più piccole. Terremo d'occhio questo problema nel tempo: se Samsung non è in grado di eliminare questo problema una volta per tutte con un secondo aggiornamento, l'840 EVO sarà permanentemente offuscato.

Copyright © Tutti I Diritti Riservati | 2007es.com