La vera storia dietro l'ansia da separazione dei cani e perché è così spaventosa

L'ansia da separazione è una di quelle frasi che si è insinuata nella cultura popolare e, come molti termini comuni, potrebbe richiedere qualche chiarimento.Come addestratore, sono specializzato nel lavorare con cani che soffrono di vera ansia da separazione e ho imparato molto su come aiutare e capire al meglio questi cani.



Un cane con vera ansia da separazione è diverso da un cane che ti segue in casa o da un cane che si arrabbia quando esci, ma poi si rilassa.

cane da salvataggio basset hound

flickr / ajp-photos



Piuttosto, questo è un cane che sanguina le zampe dal graffiare la porta per uscire e trovarti. È un cane che ulula durante la tua assenza, un cane la cui bava o sudore (dalle zampe) forma pozzanghere mentre sei via, un cane rotto in casa che urina o defeca per paura o stress.

Ho persino sentito storie di cani che si lanciano attraverso le finestre di vetro o che provocano gravi autolesioni masticando ansiosamente una coda o un'altra parte del corpo.

Come definire l'ansia da separazione canina



Un cane con vera ansia da separazione è un cane in uno stato di panico per essere lasciato solo. Anche questa definizione, tuttavia, non rende giustizia al termine.

Questi cani hanno formato un iper-attaccamento a un singolo individuo.

L'ansia da separazione è un termine clinico che può essere diagnosticato solo da un comportamentista veterinario. Tipicamente, si riferisce a un cane che ha formato un iper-attaccamento a un singolo individuo. Se quella persona non è presente, il cane entra in modalità panico.



Non tutti i cani che lottano per stare da soli hanno sintomi abbastanza gravi da provocare lesioni. Un cane che cammina, piagnucola e/o abbaia durante un'assenza è ancora in preda al panico quando viene lasciato solo. È nostra responsabilità cercare di alleviare questa paura.

Il disagio da isolamento è una forma più lieve

Molto più comuni sono i cani che soffrono di una forma di disagio da isolamento.

I sintomi sono spesso gli stessi dell'ansia da separazione con una grande eccezione: un cucciolo con disagio da isolamento va nel panico quando viene lasciato solo, ma è a suo agio finché ha una persona con cui uscire, come un altro membro della famiglia o un fidato pet sitter .

Perché il mio cane ha l'ansia da separazione? È colpa mia?



Spesso (anche se non sempre) possiamo identificare le cause del disagio da isolamento o dell'ansia da separazione di un cane.

Posso dirti con certezza, come specialista nell'aiutare i cani a superare la paura di essere soli, non è quasi mai colpa di una famiglia amorevole. Alcuni dei fattori più comuni includono:

  • Tornare in un rifugio dopo una prima adozione
  • Cambiamenti nel trucco della famiglia come una morte, una nascita o un bambino che va al college
  • Grandi cambiamenti nella routine di una famiglia come il ritorno al lavoro dopo un periodo di disoccupazione o dopo una pausa estiva
  • Traumi da cucciolo come la malnutrizione o la spedizione in tutto il paese

Sappiamo che esiste anche una componente genetica per alcuni cani che faticano a stare da soli.

Alcuni cani, a causa dell'allevamento o di altri fattori genetici, sono semplicemente predisposti al disagio dell'isolamento. Amiamo i cani, dopotutto, per il loro desiderio di essere nostri compagni costanti; non è colpa loro se viviamo in un mondo che non ci permette di tenerli sempre al nostro fianco!

Cosa fare con un cane che soffre di ansia da separazione

Sfortunatamente, è improbabile che i cani che soffrono di disagio da isolamento superino il comportamento senza intervento.

In effetti, se lasciati a soffrire o risolverli da soli, è probabile che il problema peggiori. Ricorda, questo è un cane in preda al panico.

Nei prossimi due articoli di questa serie parleremo di più delle soluzioni di addestramento e gestione per un cane che teme di essere solo. Nel frattempo, stare lontano da queste comuni insidie ​​​​dell'addestramento ti farà fare il passo giusto verso il superamento della paura del tuo cane.

  • Mettere un cane ansioso in una gabbia quando esci è raramente utile, perché molti cani con disagio da isolamento hanno anche problemi di confinamento.
  • Portare un secondo cane in casa non aiuterà con il disagio dell'isolamento, perché il comportamento è associato specificamente alla presenza/assenza di persone.
  • L'uso di dispositivi come i collari antiabbaio può impedire al cane di abbaiare quando viene lasciato solo, ma non risolverà il problema del suo panico.
  • Trascorrere meno tempo con il tuo cane o impedirgli di impegnarsi nella sua normale routine con te può aumentare, non diminuire, il suo stress.

Ulteriori passaggi di lettura e formazione

Questo articolo è il primo di una serie su come aiutare i cani con l'ansia da separazione.

Trovi la parte 2 qui: Impostare un'ansia da separazione per il successo .

Trovi la parte 3 qui: Il modo migliore per addestrare un cane con l'ansia da separazione

Immagine in primo piano tramite Wikimedia .

Copyright © Tutti I Diritti Riservati | 2007es.com